Parola di Altruista – Fabio, il presidente di Trieste Solidale

Oggi in “Parola di altruista” siamo lieti di presentarvi Fabio Avanzini, il presidente di Trieste Solidale, associazione che si occupa di organizzare iniziative sociali per la nostra città, come incontri e conferenze per le scuole e la cittadinanza, presentazione di libri, mercatini dell’usato, lotterie di beneficienza, raccolte di generi alimentari e non.

 

  1. Come e quando hai deciso di fare volontariato?

Volevo provare una nuova esperienza in un settore non di mercato in cui avevo operato nell’ attività lavorativa.

Ho costituito con alcuni amici l’OdV nel 2014 con l’impegno di passare la mano nel 2019. Quello che abbiamo realizzato è visibile nel sito www.triestesolidale.it

 

  1. Quale parola ti descrive al meglio?

Tre parole: progettualità innovativa e concreta

 

  1. Raccontaci qualcosa di divertente:

Una volta ho incontrato un amico canadese venuto in volo a Trieste dall’Ontario, il vero vol-ontario.

 

  1. Qual è il tuo hobby?

Ho diversi hobby come il tennis, i cavalli e il bridge.

 

  1. Come descriveresti la tua esperienza di volontariato?

La descriverei come una scalata di un ghiacciaio con scarpe da ginnastica.

 

  1. Quale è stata la tua esperienza più memorabile da presidente/volontario? Hai qualche aneddoto simpatico da raccontare sulle tue esperienze da presidente/da volontario?

L’esperienza più memorabile è stato il dono di defibrillatori alla città, uno dei quali ha salvato una vita.
Vi racconto questo aneddoto: ho avuto il piacere di conoscere una persona presente ad una conferenza tenuta dall’Arma dei Carabinieri sul tema delle truffe agli anziani; sua madre, ultranovantenne, nonostante gli inviti alla prudenza, ha aperto la porta ad un finto prete che le ha sottratto 200 euro dopo averla vezzeggiata e complimentata. Conclusione: l’anziana signora ha allontanato la badante e l’infermiera, considera cattivo il figlio che le fa continue raccomandazioni, e vuole dialogare solo con il buon e gentile prete!

 

  1. Pensi che ci siano dei vantaggi nel far parte di una rete di associazioni?

Sì, il futuro è della rete!

 

  1. Sotto quali aspetti potremmo migliorare la nostra città?

Potremmo migliorare la nostra città nel campo dell’ambiente e della sicurezza.

 

  1. Che consigli daresti a chi vuole fare volontariato?

 

Per dare qualche consiglio distinguerei tra volontario anziano e giovane: il primo può mettere gratuitamente disposizione la sua esperienza. Avere esperienza è molto utile per gestire un’associazione con risorse umane e finanziarie limitate e con un carico burocratico inversamente proporzionale alle disponibilità economiche, che richiede la copertura di funzioni, processi e servizi facilmente mutuabili dalla professionalità vissuta in altre aree di attività.

 

  1. E ai giovani, che consigli daresti?

 

Consiglierei ai giovani di fondare delle cooperative che, visto che hanno l’obbligo di reinvestire gli utili nelle attività istituzionali, possono garantire ai soci una forma di retribuzione e di formazione per garantire una sempre maggiore professionalizzazione del capitale umano impiegato e stabilizzazione nel numero di operatori.

 

Ringraziamo Fabio per la sua disponibilità ed auguriamo a lui e a TriesteSolidale un anno di soddisfazioni e solidarietà!

Vi invitiamo inoltre a seguire le prossime interviste, che riguarderanno altre associazioni di volontariato locali!
Se conoscete qualche associazione che secondo voi dovrebbe avere la possibilità di avere la parola, potete segnalarcelo e saremo felici di conoscere e far conoscere le iniziative del mondo del volontariato.

Vuoi leggere un’altra intervista “Parola di Altruista”?                                                                                                  Abbiamo intervistato Omar Fanciullo, presidente dell’associazione “Trieste Atletica”.

 

TriesteAltruista
StefanoAI
StefanoAI
StefanoAI
Software Design & Development